Modificare i parametri del file .ini per configurare il protocollo php.
ALLWEB free
Directory Web Script Linguaggi
Italiano Inglese Tutte
 
 20 Feb 2017
aggiungi in preferiti  
Home    Mappa directory    Script




Php.ini:

Che cos'è il file php.ini? e perché lo analizziamo adesso?
1- Il file php.ini è il file di configurazione del protocollo php.
2- Lo analizziamo adesso perché non ha niente a che vedere con la programmazione effettiva.

Il file php.ini è un insieme di funzioni e caratteristiche che regolano il funzionamento del protocollo php. A questo proposito diciamo che solitamente non troviamo questo protocollo installato sui pc, ma lo dobbiamo scaricare e caricare tramite internet.
Il protocollo php serve unicamente per provare le pagine create con linguaggio PHP, in alternativa dovremo ogni volta caricare la pagina sul server e verificare la riuscita.
Una volta caricato sul nostro pc possiamo modificare il file per avere le caratteristiche che giudichiamo più consone al proprio lavoro.
Per ulteriori approfondimenti vedi la sezione Php in locale.

Una volta aperto con un normale editor di testo vediamo quali caratteristiche possiamo variare a nostro vantaggio:

asp_tags: impostato di default a 'off', ci permette di aprire e chiudere codice PHP con i tag <% e %>.

display_errors: impostato su 'on' mostra gli errori sul browser. Se lo impostiamo su 'off' dobbiamo modificare l'attributo che segue.

doc_root =: Qui dovrete inserire la directory di apache dove salverete i file (se come nella versione 1.3 si chiama htdocs scriveremo c:......Apachehtdocs

error_reporting: è il 'livello' di errori che vengono notificati da PHP. Impostare 'E_ALL' per avere notizia di tutti gli errori.

extension: questo parametro indica le estensioni che PHP deve caricare. Dovremo valorizzarne uno per ogni estensione che ci interessa. Il file php.ini possiede già una lista precompilata di queste estensioni, che però sono tutte precedute da punto e virgola, basterà togliere ';' da quelle che vogliamo caricare.
A questo punto la libreria corrispondente dovrà trovarsi nella cartella che abbiamo indicato con 'extension_dir': in caso contrario si genera un errore all'avvio del web server.

extension_dir: indica il percorso sulla nostra macchina della directory dove risiedono le estensioni PHP per l'utilizzo di librerie gd per lavorare con le immagini, le librerie pdf per manipolare documenti pdf, o ancora quando vogliamo collegarci (non attraverso ODBC) a database diversi da MySql, come PostgresSql, Oracle, Sql Server ecc. Tali funzioni richiedono infatti la presenza di apposite librerie (in Windows si tratta di files .dll che vengono distribuiti insieme al pacchetto PHP e si trovano nella cartella 'extensions').

log_errors ed error_log: se display_errors è impostato su 'off' dobbiamo impostare su 'on' questo attributo ed indicare in error_log il nome del file in cui vogliamo registrare gli errori (con percorso completo sulla nostra macchina, ad esempio 'C:Phperrori.txt').
E' importante che il web server abbia il permesso per scrivere su questo file.

max_execution_time: impostato di default a 30 secondi, è il tempo limite concesso a PHP per l'esecuzione di uno script, oltrepassato il quale si blocca. Utile se esistono loop su cicli errati.

precision: Indica la precisione dei valori in virgola mobile. In default 12, vuol dire che per operazioni con risultati in virgola mobile restituisce fino a 12 valori.
register_globals: impostato di default a 'off', non ci permette di utilizzare come variabili globali quelle che arrivano dalla query string o dai moduli inviati dagli utenti. Possiamo avere problemi se si utilizzano script che sono stati concepiti per utilizzare queste variabili come globali. In questo caso dobbiamo impostarlo a 'on'.
Ricordate comunque che l'alternative array $_GET e $_POST alle variabili globali rendono chiarezza e maggior sicurezza.

session.save_path: Questo parametro indica la cartella nella quale PHP salva i files di sessione: di default impostato '/tmp', può assumere qualunque nome di cartella.
Se non lo modifichiamo e lavoriamo sotto Windows, dobbiamo creare una cartella di nome 'tmp' sotto la directory principale del disco C dove il web server dovrà avere il permesso di scrivere.

short_open_tag: impostato di default a 'on', ci permette di aprire e chiudere codice PHP con i tag <? e ?>.